Crawl Alimortax

Riassunto ultima sessione

Leggetemi! Che non si gioca per un monte!

I messaggeri di Ra’Varna sono dei simpaticoni: tre omaccioni mezzinudi con istinti omicidi e suprematismo ariano spinto. Dopo aver spiegato ad Akivasha che loro sono lì solo per il piano di Ravy, se ne vanno. Il gruppo cena dai Mott, per proseguire con la socializzazione.
Un messaggero del Braar di Roccia Ardente li raggiunge e comunica la missiva del Braar stesso: c’è bisogno di loro, il male è all’opera (infatti il male sono i PG, che non riposano mai.)
Dopo un discorsetto col Braar, che se ne va con sua moglie ad indagare su altre amenità, il gruppo (valligeri compresi) parte per Lupo Morto dove, PRIMA DI TUTTO, i personaggi si fermano dai Pom, villici ignoranti ed ostili che però hanno gli scaldotti per i piedi e l’inverno è freddo quindi sticazzi, i popolani aspettano.
Arrivati al paesone di Lupo Morto i giocatori parlano col capovillaggio per scoprire che un bambino è scomparso lungo il fiume Canto di Corvo, seguito a ruota dalla spedizione di sei taglialegna che erano andati a cercarlo.
Dopo una ricerca nella nebbia, sulle sponde del fiume, i PG si imbattono in delle rovine o meglio un tumulo che sembra costruito da poco, con forme serpentine. Trovano anche insaccati e razioni invernali evidentemente ricavate dai bravi abitanti di Lupo Morto, per la gioia di Zorda…
A questo punto il gruppo si insinua dentro il tumulo e scende per molti metri, affrontando uomini serpente di caratura inferiore a quelli già visti e spiaccicando blatte infuocate sburanti. Nonostante questo, i serpentoidi sono molti e solo grazie a della pece infuocata, (i serpentacci l’avevano rubata a dei minatori…perchè il sotterraneo presenta vene di rame e ferro!!) riescono ad avere la meglio contro la massa delle bestie; i pg si ritirano combattendo, in quanto non riescono a formare una linea organizzata per combattere e all’esterno, mentre i valligeri se ne tornano a lupo morto, Akivasha evoca due Rakshasi che si infilano nel tumulo, massacrando tutto e tutti. Solo un uomo serpente ingioiellato esce dal carnaio, per essere subitaneamente infilato da una freccia di Olimpia.

Ritornati a Lupo Morto il gruppo cresce di popolarità: hanno vendicato i morti del paese e portato prove delle mostruosità affrontate. Ritornano alla villa: Aulenzo cambia il cognome in Nova Spina e la villa si chiamerà nello stesso modo (abbreviato in villa spina); sta facendo cucire uno stendardo con la nuova araldica; concorda con Sabdon e decide che solo dopo aver sconfitto Boak e cementato la sua influenza sulla valle, invierà un messo al Re per farsi riconoscere signore del luogo; Olimpia intanto prova ad accordarsi col Mercante…ma l’avidità di questo la infastidisce e questo primo contatto fallisce.
Akivasha, invece, mette al corrente Sabdon del piano di Ra’Varna e chiede una donazione di sperma, che Sabdon gentilmente rifiuta; non le resta quindi che farsi dare una mano dai messaggeri di Ra’varna…almeno per i primi sei figli; resta così per il momento divisa dal gruppo, nel carro di metallo. Come nota finale, i tre ravarniti segnalano la presenza di uno straniero venuto a Gorgo per barattare rifornimenti…lo straniero “puzzava di problemi”. Si dovrà investigare….

Comments

gongoloberto

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.